informazioni dettagliate

FILLER - ACIDO IALURONICO

COSA SONO?
I fillers sono materiali biocompatibili che vengono iniettati nella pelle o nel tessuto sottocutaneo, con un ago sot-
tilissimo oppure con speciali microcannule, allo scopo di rallentare i segni dell’invecchiamento o di migliorare la
silhouette corporea. I fillers piu' utilizzati e piu' sicuri sono quelli naturali costituiti da acido ialuronico, in quanto
vengono completamente riassorbiti dal nostro organismo e non creano alcuna reazione anomala, che invece e' pos-
sibile se vengono utilizzati fillers permanenti- sintetici.
QUANDO SONO INDICATI?
Con i fillers è possibile eliminare le rughe del viso, come i solchi nasolabiali, le rughe ai lati della bocca e le
pieghe delle guance; e' possibile riempire depressioni e cicatrici della pelle, come le cicatrici chirurgiche o da
acne; ridefinire il contorno e aumentare il volume delle labbra, o trattare il c.d. " codice a barre"- " rughe del fu -
matore" delle labbra; migliorare la proiezione del mento e degli zigomi; correggere gli esiti di interventi di rino-
plastica, migliorando la forma del naso. Esistono anche fillers per il corpo, che permettono di rimodellare i profili
del seno e dei glutei, di migliorare la zona dei polpacci e delle braccia ed infine di aumentare la sensibilità dei
genitali femminili ( "aumento del punto G").
SONO SICURI?
Le iniezioni sono veloci ed indolori ( i fillers moderni contengono una piccola quantità di anestetico locale). E'
possibile applicare sulla cute alcuni minuti prima una pomata anestetica oppure, nel caso si tratti la zona delle lab-
bra, eseguire una anestesia locale simile a quella praticata del dentista, così da rendere il trattamento assoluta-
mente confortevole. L'acido ialuronico, essendo un normale costituente della pelle, non causa praticamente mai
reazioni allergiche. Dopo il trattamento possono comparire piccole ecchimosi e modesto gonfiore, della durata di
poche ore o pochi giorni, perfettamente nascondibili dal trucco.
IL RISULTATO
I fillers garantiscono un rimodellamento dolce e graduale e sono ideali per ottenere un risultato di perfetta nat-
uralezza. Possono essere ripetuti a distanza di alcuni mesi dalla prima applicazione per mantenere il risultato ac-
quisito.
IN PILLOLE
ll trattamento con fillers dura normalmente 15-30 minuti e viene eseguito ambulatorialmente; dopo il trattamento
la paziente può tranquillamente tornare a casa e riprendere tutte le sue normali attività. E' possibile fin da subito
truccarsi. L'effetto di correzione dura in media 6 mesi, dopodiché il trattamento potrà essere ripetuto. I fillers mod-
erni con l'utilizzo di microcannule permettono di ottenere un ringiovanimento molto naturale del volto in modo
veloce e sicuro.

Per saperne di più...

BIORIVITALIZZAZIONE CON YALUPRO

Uno degli ultimi trattamenti antirughe molto in voga negli ultimi tempi è sicuramente rappresentato dalla biorivitalizzazione di Jalupro. Si tratta di una soluzione chimica iniettabile direttamente nel volto o nel collo per distendere rughe, segni del tempo e per aumentare il volume degli zigomi. Prodotto dalla italiana “Professional Dietetics” il siero, contenente acido laluronico e aminoacidi liofilizzati come la glicina, L-prolina, l-leucina, L-lisina, viene introdotto nella parte intradermica della pelle tramite aghi finissimi.

Funziona Jalupro: uno studio pubblicato sul Journal of Plastic Dermatology, prende in esame i trial condotti su 103 donne con età compresa tra 35 e 60 anni, età media 47 le quali presentavano rughe in bassa-media profondità secondo una specifica scala di valutazione.

Lo studio è durato 22 settimane. Si è partiti con iniezioni di Jalupro 1 volta a settimana per 4 settimane. Successivamente le donne hanno assunto aminoacidi per via orale (Proglyme). Contemporaneamente le donne spalmavano 2 volte al giorno una crema contenente ancora una volta aminoacidi.

La valutazione finale è stata fatta su tutti e due i lati del viso prendendo a come base di confronto lo stato iniziale della pelle diviso secondo questa scala: 0 = nessuna ruga, 1 = molto lievi, 2 = lievi, 3 = abbastanza evidenti, 4 = evidenti, 5 =molto evidenti, 6=marcate, 7 = molto marcate.

Risultati finali: la tolleranza al prodotto è stata giudicata molto buona, nessun edema, gonfiore ecc anche se alcune pazienti hanno riportato bruciore ed eritemi.

Un mese dopo il trattamento: significanti miglioramenti nelle rughe nasolabiali, nel 59% i test hanno registrato un miglioramento di 1 livello ad esempio da abbastanza evidenti a lievi, il 12% di due livelli ed il 3% di 3 livelli addirittura.

Area perioculare, intorno agli occhi: le rughe sono migliorate nel 51,5% dei casi in maniera significativa.

Non solo test clinici ma anche questionari riempiti dalle pazienti a fine trattamento: l’82% ha apprezzato l’efficacia per le rughe profonde, mentre il 92% ha apprezzato l’efficacia per quelle superficiali e lievi. Il 92% delle donne ha apprezzato inoltre il miglioramento della tonicità della pelle il 96% quello della lucentezza.

Per saperne di più...

BIOSTIMOLAZIONE SENZA AGHI CON IL PRX-T33

La biorivitalizzazione dei tessuti è una metodica nota da molti anni nel campo della Dermatologia e Medicina Estetica. Si avvale, generalmente, dell’impiego di soluzioni iniettabili a base di acido ialuronico, complessi aminoacidici e vitamine. La sua funzione è quella di migliorare lo stato di idratazione del derma, la luminosità della pelle ed il tono dei tessuti trattati.

Rappresenta, quindi, un valido avversario dei danni provocati dal foto-invecchiamento e dal crono-invecchiamento.
La biorivitalizzazione iniettiva ha, però, un limite, legato proprio all’ago che può essere fastidioso in zone più sensibili del volto e lasciare per qualche giorno traccia del suo passaggio.

Ecco, allora, che la ricerca si è orientata nella direzione di trovare un prodotto che non richiedesse la tecnica iniettiva, ma comunque in grado di dare buoni risultati nel ringiovanimento di tessuti non più “freschi”.

Nasce, così, il PRX – T33 : un dispositivo medico non iniettabile, a base di una nostra vecchia conoscenza, l’Acido Tricloroacetico. In realtà questo Acido è stato scoperto nei primi anni del secolo scorso ed ha avuto ampio utilizzo come peeling esfoliante.Le sue funzioni sono duplici: indurre una desquamazione epidermica ed una intensa stimolazione del derma, in particolare dei fibroblasti e del collagene che subiscono un vero e proprio processo rigenerativo.

Il PRX – T33 prende origine da questa sostanza, privata dell’azione esfoliante, mentre ne è stata potenziata la funzione biorivitalizzante. Con il suo impiego, quindi, avremo una leggerissima esfoliazione superficiale, che darà maggiore luminosità alla pelle, mentre eserciterà una stimolazione molto potente nel derma più profondo. La tecnica di applicazione sarà particolarmente gradita dai pazienti: al posto delle temute “punturine” avremo solo bisogno di un massaggio profondo che il medico eserciterà secondo le linee di tensione elastica dei tessuti. Le zone in cui il PRX – T33 trova maggiori indicazioni, oltre al viso nella sua totalità, sono il collo, dove spesso sono presenti quelle antiestetiche rughe circolari, e il decoltè che presenta maggiormente i segni dell’invecchiamento cutaneo, quali pieghe longitudinali, cute poco idratata, macchie scure e capillari dovute, spesso, ad una esposizione solare esagerata. Proprio per le sue caratteristiche di innocuità e facilità d’impiego, troverà un utile impiego anche sulla cute rilassata del seno. La presenza, poi, all’interno della formulazione anche dell’acqua ossigenata, con la sua azione antibatterica, ne fa un ottimo trattamento nell’acne in fase attiva, portando ad un netto miglioramento già dalla prima seduta.

I risultati del PRX – T33 saranno visibili, quindi, già dalla prima seduta, ma se si vuole ottenere un risultato più stabile nel tempo, avremo bisogno di ripetere le sedute settimanalmente per almeno 4-6 volte. Poi sarà sufficiente una seduta mensile per un buon mantenimento nel tempo dei risultati. La seduta richiede un tempo di applicazione dai 10 ai 30 minuti, non provoca alcun bruciore e può essere effettuata anche in piena estate, purchè si faccia uso nei primi giorni dopo il trattamento di un filtro solare che il vostro medico saprà consigliarvi. Quindi il PRX T33 rappresenta un nuovo modo di mantenersi giovani, senza traumatizzare la pelle in modo semplice, naturale e senza complicazioni: un’arma in più per rallentare il nostro invecchiamento.



Per saperne di più...

SOFT LIFTING CON FILI

Il soft lifting non chirurgico con fili riassorbibili è un innovativo trattamento, esclusivamente ambulatoriale, per viso e corpo che si esegue attraverso l'inserimento nel tessuto cutaneo di fili di biostimolazione in PDO (Polidioxanone), un presidio già largamente utilizzato in chirurgia generale e cardiovascolare, con questo trattamento si riesce ad ottenere, con l’aumento della proliferazione di collagene, il sostegno e la stimolazione dei tessuti lassi, con effetto liftante (soft-lifting).

Questi monofilamenti sono totalmente riassorbibili in circa 6 mesi.

I fili vengono inseriti con aghi sottili in modo da creare un vero e proprio reticolo nelle aree che intendiamo rivitalizzare.

La tecnica è indolore e non necessita di tempi di recupero. L’impianto è assolutamente sicuro e privo di rischi e/o complicanze.

Il posizionamento dei fili provoca un effetto lifting immediato ma l’efficacia del trattamento è chiaramente visibile 2-3 settimane dopo l’impianto.

I fili vengono riassorbiti spontaneamente dal tessuto in circa 6 mesi ma i risultati permangono per un tempo maggiore grazie alla produzione di collagene che si protrae nel tempo.

Questo avviene grazie all’aumento della produzione di collagene, lo stimolo del metabolismo cellulare e della microcircolazione. Dopo 3 settimane inizia l’azione biorivitalizzante con un risultato totalmente naturale e progressivo che si traduce in un aumento di tonicità e compattezza. L’effetto è quello di risollevare, rimodellare la cute del viso e del corpo.

L’utilizzo dei fili è rivolto a pazienti dai 35 anni in su che desiderano un efficace, sicura e duratura biostimolazione di viso, collo e corpo (decolleté, braccia, cosce, ginocchia etc.)




Per saperne di più...

LASER EPILAZIONE DEFINITIVA

COSA E' L'EPILAZIONE LASER?

La rimozione laser/luce-assistita dei peli è la terapia migliore per rimuovere definitivamente i peli superflui o indesiderati.

IN COSA CONSISTE?

Il principio su cui si basa l’epilazione laser/luce pulsata è quello della selettività termocinetica (fototermolisi selettiva) secondo cui, utilizzando peculiari lunghezze d’onda, si può ottenere un determinato effetto biologico con minimo o nessun danno sui tessuti circostanti. La luce laser, opportunamente regolata, raggiunge il follicolo pilifero fino alla regione del bulbo, dove viene assorbita e trasformata in calore con conseguente necrosi termica e caduta del pelo.

Il trattamento è efficace quando il follicolo è nella prima fase di crescita (fase anagen) ed essendo tale fase non contemporanea anche per follicoli presenti nel medesimo sito anatomico, sono necessari trattamenti multipli, intervallati di 4-6 settimane.

QUANDO E' INDICATA?

I maggiori benefici si hanno in soggetti con cute chiara e peli scuri in quanto la melanina presente a livello epidermico può interferire con meccanismo competitivo nell’assorbimento della luce laser .

Il mese precedente e durante tutto il trattamento sono pertanto sconsigliati l’esposizione solare o lettini abbronzanti. Il trattamento e'efficace in entrambi i sessi e puo'essere preticato, col consenso dei genitori, anche nelle minorenni.

Possono essere trattate tutte le zone del corpo e del volto che mostrano peluria in eccesso, come, per il volto: guance, labbra ("baffetti"), mento, collo, basette, sopracciglia; per il corpo: inguini, cosce, gambe, ascelle, addome, schiena, regione pettorale.

La depilazione laser rappresenta inoltre un'ottima terapia nel caso di patologie infiammatorie a carico delle ghiandole pilosebacee, in particolar modo della zona inguinale e ascellare ( idrosadeniti e dilatazioni cistiche delle ghiandole inguinali e ascellari, spesso aggravate da ceretta o altre metodiche di epilazione non definitiva).

QUANDO E' SCONSIGLIATA?

Le uniche controindicazioni sono il fototipo molto scuro e la pelle abbronzata.

QUANTE SEDUTE OCCORRONO?

Si calcola che all'incirca per ogni seduta vengono colpiti definitivamente il 40% dei peli presenti.Il numero dei trattamenti può essere quindi variabile dalle 4 alle 10 sedute in relazione anche al tipo di cute (fototipo chiaro o scuro), al colore del pelo, alla zona di trattamento, alle eventuali problematiche ormonali di base (irsutismo da patologie ovariche, uterine, tiroidee).

E' DOLOROSO?

Il laser è dotato di un sistema di refrigerazione della pelle per cui si avverte soltanto un leggerissimo fastidio.

LASCIA SEGNI?

In alcuni casi, nelle pelli sensibili, la zona trattata puo' risultare lievemente arrossata per qualche ora. Nel lungo perido la pelle si presenta assolutamente normale.

COSA E' CONSIGLIATO FARE DOPO IL TRATTAMENTO?

Nei giorni successivi si consiglia di applicare una pomata lenitiva e antinfiammatoria ed eventualmente schermi solari se il trattamento è effettuato su una zona fotoesposta.



Per saperne di più...

LASER VASCOLARE

TRATTAMENTO DELLE LESIONI VASCOLARI CON LASER VASCOLARE Nd Yag 1064 nm
IN COSA CONSISTE? Per le lesioni vascolari il trattamento si basa sull’assorbimento ottico da parte del cromoforo dei vasi sanguigni che è l’ossiemoglobina. L’energia laser di una definita lunghezza d’onda, nella fattispecie Nd:Yag 1064nm, assorbita dall’ossiemoglobina, si trasforma in calore determinando un danno termico sulle strutture vascolari.
QUANDO E' INDICATA? L'utilizzo del laser vascolare è indicato in tutte le situazioni in cui sono presenti patologie di natura vascolare. Nella fattispecie: emangiomi spider nevi teleangectasie (capillari) del volto e delle gambe rosacea in fase teleangectasica
QUANDO E' SCONSIGLIATA? Le uniche controindicazioni sono il fototipo scuro e la pelle abbronzata.
QUANTE SEDUTE OCCORRONO? Solitamente il numero delle sedute varia da una a tre. Le sedute vengono ripetute a distanza di 4-6 settimane.
QUANTO DURA UNA SEDUTA? La quantità di tempo necessaria, per ogni seduta, dipende dalle dimensioni della superficie che deve essere trattata.
E' DOLOROSO? Il laser può risultare leggermente fastidioso a seconda delle zone. Il sistema è comunque dotato di refrigerazione a getto d'aria fredda che elimina la sensazione di fastidio.
Si può comunque ovviare utilizzando una pomata anestetica.
LASCIA SEGNI? La zona trattata risulta arrossata per qualche ora. Nei giorni successivi si possono avere edema ( gonfiore) e piccole vescicole che si risolvono nel giro di pochi giorni. A lungo termine non permangono cicatrici;si possono verificare alterazioni del normale colore della pelle (iper / ipopigmentazioni) che di norma regrediscono in poche settimane.
COSA E' CONSIGLIATO FARE DOPO IL TRATTAMENTO? E’ necessario evitare l’esposizione solare nei 30 giorni successivi alla seduta di laserterapia; se il trattamento è effettuato su una zona fotoesposta è consigliato utilizzare sempre uno schermo solare totale. Nei giorni successivi è necessario applicare una pomata antibiotica e antinfiammatoria.

Per saperne di più...

MESOTERAPIA ANTICELLULITE CON ALIDYA


La cellulite, chiamata in termini tecnici panniculopatia edemato-fibro-sclerotica (siglata PEFS), è una condizione patologica dovuto ad un’alterazione delle cellule site nel tessuto sottocutaneo. Nel tessuto sottocutaneo c’è un sistema vascolare denominato microcircolo. Diversi fattori, tra cui alcuni primari, altri secondari, altri ancora solo aggravanti, vanno a modificare l’equilibrio di questo microcircolo . Il sistema venoso ha il compito di espellere liquido, ossigeno e cellule, mentre il sistema linfatico va a riassorbire i prodotti di scarto. Se manca questo equilibrio ne consegue un accumulo di liquidi negli spazi frapposti alle cellule che comporta un’alterazione del profilo cutaneo. L’anomala attività delle cellule adipose presenti nel sottocute può ulteriormente influenzare il microcircolo impedendone la sua normale funzione. La manifestazione di tutto ciò sono i fastidiosi, antiestetici e spesso anche dannosi inestetismi della pelle. La mesoterapia anticellulite di Alidya, nata dall’idea del professore Pasquale Motolese, è una soluzione indicata per il trattamento di questa problematica perché ripristina ilmicrocircolo e contrasta la cellulite.
CANDIDATO IDEALE
Il candidato ideale alla mesoterapia anticellulitica con Alidya è spesso una donna in quanto il sesso femminile è molto più propenso a sviluppare questa condizione. Questo succede perché uno dei fattori primari dell’alterazione è l’azione degli estrogeni, ovvero gli ormoni sessuali femminili, che agiscono favorendo la ritenzione di liquidi. Altri fattori primari sono anche la razza e la familiarità. Fattori secondari sono rappresentati dal ciclo mestruale, gravidanza e menopausa. Infine i fattori aggravanti sono costituiti da un’alimentazione scorretta, una vita sedentaria, abbigliamento troppo attillato, stress e fumo. Si capisce bene come sia l’insieme di questi fattori che va ad incidere sulla comparsa degli inestetismi; questi si presentano come ‘fossette’ e noduli che interessano maggiormente la parte inferiore del corpo, localizzandosi più frequentemente su cosce, porzione interna delle ginocchia, glutei e addome. A seconda della gravità la cellulite può diventare dolente al tatto, causare insufficienza venosa. Data la varietà di cause, circa l’80% di donne in età post adolescenziale soffre di questa condizione e praticamente la totalità di queste desidera disfarsene, in quanto rappresenta un problema non solo dal punto di vista della salute, ma anche sul piano estetico. Non sono poche le donne che si imbarazzano e si sentono a disagio sia nelle situazioni intime che nelle relazioni sociali (ad esempio al mare o in piscina quando si indossa un costume da bagno). A causa di tutto ciò, la procedura ideata dal prof. Motolese può fornire un valido aiuto per risollevare le percezione di molte donne e allo stesso tempo curare una vera e propria patologia.
LA PROCEDURA
L’intervento avviene come una mesoterapia standard. Pertando prevede l’iniezione di farmaci fino al mesoderma (strato intermedio del derma, a sua volta posto subito sotto l’epidermide) mediante l’utilizzo di specifici aghi sottili di una lunghezza di circa 6mm. Il vantaggio di questa terapia è che avendo un’azione intradermica, si possono ridurre sensibilmente sia le concentrazioni di farmaco impiegato che i tempi d’attesa d’azione, che il rischio di effetti collaterali. La novità introdotta da Motolese nel 2013 è un device iniettabile chiamato Alydia che sfrutta la scoperta che gli inestetismi sono dovuti, fra le altre cose, anche ad un accumulo di ione ferro tra il grasso sotto cutaneo. Pertanto nel device sono presenti composti che contribuiscono a ristrutturare la matrice cellulare (ossia il tessuto connettivo che sostiene l’adipe), rimuovono tutto ciò che è dannoso per il
microcircolo adiposo e legano il ferro che si ritrova in eccesso all’esterno della cellula (sono detti perciò chelanti del ferro). Oltre ai vantaggi già illustrati precedentemente, la terapia è facilmente affrontabile da donne di qualsiasi età perché non causa dolore, al massimo solo un un leggero fastidio.
CONTROINDICAZIONI
La mesoterapia con Alydia presenta più vantaggi che svantaggi. La mesoterapica non è indicata in pazienti che soffrono di leucemia, diabete, infezioni del sangue, HIV/AIDS oppure patologie cardiache.
RISULTATI
Per notare dei miglioramenti grazie a questa tecnica è necessario sottoporsi ad almeno otto o dieci sedute eseguite con cadenza settimanale. Dopo questo intervallo i risultati sono notevoli e comprendono una maggiore tonicità ed elasticità della pelle accompagnati talvolta da una riduzione dei cm nella circonferenza della parte inferiore del corpo. Prestazioni migliori si possono ottenere anche grazie ad un’integrazione di tecniche come la carbossiterapia e la radiofrequenza.

Per saperne di più...

TRI-ACTIVE

Tri-Active (con metodologia Dermodynamic) è un innovativo sistema per il trattamento del corpo e del viso, particolarmente indicato per combattere il problema della cellulite, avvalendosi dell'azione combinata di tre diverse metodiche in grado di ripristinare le normali condizioni omeostatiche della cute:
• un sistema di raffreddamento localizzato in grado di ridurre rapidamente la raccolta edematosa • un massaggio ad aspirazione ritmica capace di stimolare la pompa linfodrenante • una profonda stimolazione laser che favorisce la neoangiogenesi dei vasi intradermici e il ripristino del
microcircolo arterioso, venoso e linfatico.
Tri-Active è corredato di speciali manipoli, progettati in base alle diverse necessità anatomiche, per il trattamento del corpo e del viso.
La progressiva azione di massaggio e stimolazione sul tessuto connettivo e adiposo permette di riattivare fisiologicamente i meccanismi di eliminazione delle tossine e l'ossigenazione dei tessuti, producendo un riallineamento armonico della trama connettivale.
• L'azione del laser favorisce il microcircolo a livello venoso e arterioso aumentando anche la portata linfatica.
• La crioterapia è in grado di ridurre l'edema stimolando una ginnastica vascolare in sinergia con il laser. • L'aspirazione ritmata stimola il linfodrenaggio e determina una mobilizzazione dei tessuti, generando una
migliore elasticità delle fibre collagene.
Tri-Active fornisce ottime risposte cliniche nel trattamento della cellulite, nella riduzione di patologie infiammatorie e nella terapia di supporto alla liposuzione. Con Tri-Active la pelle ritrova il suo splendore: vellutata, levigata, luminosa.


Per saperne di più...