Sù le tende dallo sguardo: sì alla nuova Blefaroplastica!

Lo sguardo.

Un elemento determinante per la bellezza del nostro viso.

Ma spesso ci ritroviamo con palpebre cadenti che fanno apparire il nostro sguardostanco e datato!

E non è solo una questione di bellezza.

Quella tendina di pelle in eccesso, presente sui nostri occhi, diminuisce la visibilità, ci impedisce un make-up con ombretti scuri per evitare quel fastidioso rivolo di trucco che si ferma sulle palpebre e che si mette in bella mostra quando chiudiamo gli occhi, ma sopratutto, riducendo la superficie della palpebra, spegne l'intensità e la luminosità dello sguardo.

Ma ecco che la medicina estetica ci viene in aiuto con una tecnica rivoluzionaria: la nuova blefaroplastica.

Sì, si parla di “nuova blefaroplastica” perchè, finalmente, è possibile evitare anestesia, bisturi, effetti collaterali post operatori e costi eccessivi.

La tecnica dinamica e non ablativa effettuata con uno strumento di ultima generazione, accorcia la cute in eccesso senza incidere per asportarla.

Per capire meglio di cosa si tratta e soprattutto quali sono i vantaggi di questa tecnica chiediamo alla  Dott.ssa Chiara Santerini di spiegarci meglio questo particolareintervento.

Buongiorno Dott.ssa.

Blefaroplastica”: una parola difficile per un intervento relativamente semplice.

Di cosa si tratta esattamente?


E’ un intervento che consente di eliminare l’eccesso di cute dalle palpebre superiori e inferiori. E’ sicuramente uno dei trattamenti più richiesti in chirurgia, per motiviestetici, e in oculistica, per correggere problemi di riduzione  della vista. Tradizionalmente si effettua chirurgicamente con un’incisione, che viene fatta sulla palpebra superiore o inferiore o su entrambe, e che, a fine intervento, viene chiusa con dei punti di sutura che vengono rimossi dopo 5/7 giorni. Viene praticata in anestesia generale o locale. Nella totalità dei casi si verificano ecchimosi e gonfiori che si risolvono dopo circa 7/10 giorni dall’intervento ed il ritorno alla normalità è previsto dopo circa un mese.

Ultimamente però si sente anche parlare della “nuova blefaroplastica” nonchirurgica. In cosa è “nuova”?


Negli ultimi anni ha preso piede una nuova tecnologia che prende il nome di Plexr. E’ un macchinario che utilizza l‘energia del plasma per sublimare i tessuti, evitando così l’utilizzo del bisturi.

E’ un dispositivo non invasivo che rimuove la pelle in eccesso e  la retrae creando una sorta di lifting della palpebra.

Si applica una crema topica anestetica per 30 minuti dopodichè si procede con l’intervento che dura al massimo venti minuti.


Quali sono i risultati e, soprattutto, sono duraturi?


I risultati si ottengono con un massimo di tre sedute e sono pressochè immediati e molto visibili. L’occhio si apre fin da subito e la pelle in eccesso si riduce visibilmente .

I risultati sono ovviamente duraturi nel tempo perché la pelle viene effettivamente rimossa.


Lei adotta questa tecnica nel suo centro di medicina estetica, My Beauty Clinic, con successo  da un po’ di tempo.

Ci sono effetti collaterali post intervento?

Sì, ci sono in particolare due effetti collaterali che dipendono dall’intensità dell’intervento: il downtime è comunque di pochissimi giorni.

Mi spiego meglio.

Il primo effetto collaterale è dovuto all’occhio che tende a gonfiare da subito per l’edema, che può essere di lieve o media entità: questo fastidio dura al massimo due giorni.

L’altro effetto collaterale è la presenza di piccolissime crosticine che cadono al massimo dopo una settimana.


Dott.ssa, qual'è la domanda che le pongono sempre?


Quello che più interessa ai pazienti è capire dopo quanto tempo si può tornare alla vita sociale. Diciamo che la completa guarigione è prevista, al massimo, dopo una settimana. Il paziente però può condurre normalmente la sua vita fin da subito perchè l’edema si può contrastare con utilizzo di creme specifiche e impacchi freddi e le crosticine possono essere coperte semplicemente con un correttore o un fondotinta.

In fondo il bello ed il senso della “nuova blefaroplastica” non chirurgica è proprio questo: no anestesia, no bisturi, no lividi, no effetti collaterali importanti!

Grazie Dott.ssa, alla prossima intervista!

La Dott.ssa Santerini rimarrà a disposizione per Accento Fashion per rispondere a tutte le domande sullo nuova Blefaroplastica.

http://accentofashion.blogspot.it/